giovedì 17 settembre 2015

PHILADELPHIA FATTO IN CASA

L'altro giorno stavo curiosando su internet e ho trovato una ricetta che ha attirato la mia attenzione: quella del Philadelphia fatto in casa.
Ne avevo già letta una versione sul blog di mammarum e così mi sono decisa a provare. Tra l'altro si tratta di un procedimento veloce e semplicissimo, che prevede solo 2 ingredienti, quindi perché non tentare?
Lo yogurt che ho usato io è quello fatto in casa con la yogurtiera, quindi il sapore del formaggio alla fine era decisamente acido, forse un pò troppo. Prima di consumarlo ho aggiunto un cucchiaino di miele perché non avevo in casa né malto né sciroppo di riso ma devo dire che non è stata la soluzione migliore. Il formaggio era perfetto in quanto a consistenza, ma il sapore non era proprio quello del classico Philadelphia.
Lo yogurt fatto in casa mi piace un pò acidulo ma nel formaggio devo dire che mi è piaciuto meno. Probabilmente se lo avessi preparato con lo yogurt bianco senza zucchero acquistato al supermercato sarebbe venuto un pò meglio. Proverò la prossima volta.
Consiglio comunque a tutti di provare questa ricetta, anche solo per rendersi conto di quanto sia semplice a volte preparare dei cibi in casa, con il minimo sforzo e con pochissimo tempo.
La parte più lunga e più noiosa è la bollitura dello strofinaccio...

PHILADELPHIA FATTO IN CASA

- 500 g. yogurt bianco senza zucchero (io autoprodotto)
- 1 cucchiaino di sale

Versate lo yogurt in una ciotola e aggiungete il sale. Mescolate e versate in tutto all'interno di uno strofinaccio che avrete bollito in acqua NON salata per cinque minuti e poi fatto asciugare (questa procedura vi permette di togliere allo strofinaccio ogni traccia di detersivo e di ammorbidente).
Chiudete il canovaccio formando un fagotto, chiudetelo e mettetelo all'interno di un contenitore alto, appeso con uno stecchino in modo che non tocchi mai il fondo.
Vedrete che da subito inizierà a filtrare il siero. Se vedete che il siero arriva all'altezza dello strofinaccio vuotate il contenitore. Ponetelo in frigorifero per 24 ore, dopodiché apritelo e assaggiate! Come dicevo prima nel caso in cui fosse un pò toppo acido potete provare ad aggiungere un cucchiaino di miele, di malto o di sciroppo di riso. Escluderei lo zucchero perché non credo si scioglierebbe a dovere.