martedì 22 settembre 2015

PATATE DOLCI FINGER FOOD

Tutti amano le patatine fritte, ammettiamolo. Quando poi si tratta di bambini non esistono eccezioni e spesso e volentieri cediamo di fronte alle loro richieste di cibo spazzatura, che inevitabilmente comprendono anche un bel piatto di patatine fritte.
In casa mia di solito usiamo quelle già pronte da cuocere al forno, in modo da limitare i danni e da non avere una casa puzzolente per giorni per colpa della cottura. Sono buone, non troppo unte e il sapore ricorda molto quelle classiche del fast food.
L'altro giorno però al supermercato ho trovato le prime patate dolci della stagione e mi è venuta una gran voglia di mangiarle, così le ho comprate subito.
Una volta a casa il solito dilemma: come le cucino? Come ho già scritto in passato sono ottime fatte al forno in cartoccio
http://ricettineanticrisi.blogspot.it/2012/10/patate-americane-o-patate-dolci.html
o magari sottoforma di un soffice purè dal sapore originale
http://ricettineanticrisi.blogspot.it/2013/10/pure-di-patate-dolci.html
Questa volta però volevo provare una ricetta nuova e allora mi si è accesa la lampadina: come fritte ma al forno!
Niente di più facile e niente di più buono, credetemi!
Ottime da mangiare con le mani anche per i più piccoli, senza paura che si sporchino o si ungano le dita, belle e allegre grazie al colore che la cucurma dona ad ogni cibo e sane grazie alle naturali proprietà di questo ortaggio favoloso. Ricchissimo di Vitamina C, Vitamina A e di potassio, le patate dolci sono un alimento incredibilmente salutare, che dovrebbe essere sempre presente nella nostra alimentazione.


PATATE DOLCI FINGER FOOD

- patate dolci q.b.
- 1 cucchiaio di olio evo
- 1 cucchiaino di cucurma macinato

Lavate sotto l'acqua corrente le patate, sbucciatele e tagliatele a forma di fiammifero. Aggiungete l'olio e la cucurma e mescolate bene con le mani o con un cucchiaio, in modo che il condimento sia ben amalgamato.
Cuocete in forno caldo a 200° per 20 minuti circa, in una teglia ricoperta di carta forno.