martedì 15 settembre 2015

IL SIG. E LA SIG.RA PIDOCCHIO

Ebbene si ho deciso di fare outing: dopo 6 anni di scuola tra nido, materna ed elementare anche mia figlia ha preso i pidocchi. Eravamo riusciti ad evitarli finora ma, come si dice in questi casi, era troppo bello per essere vero! Dopo anni e anni di allarmismi da parte delle scuole e solleciti di ogni tipo dalle maestre di controllare e ricontrollare i capelli dei bambini ho abbassato la guardia e puntualmente mia figlia se li è presi.
C'è da dire che era estate e al di là di qualche incontro al parco con le amichette non ha mai avuto tanti contatti con altri bambini. Non è andata ai campi estivi, non è salita sugli autobus non è andata al cinema... Sinceramente non so proprio come abbia fatto a beccarli, fatto sta che l'altra sera ci siamo accorti che in testa aveva una vera e propria colonia, con tanto di case, autostrade e negozietti vari. Ovviamente tutto questo deve succedere di domenica sera alle 19.30, quando la maggior parte delle farmacie è chiusa, ma per fortuna (dopo aver urlato per circa 10 minuti) mio marito si è "spontaneamente" offerto di andare in bici alla farmacia 24 ore in centro a Bologna ed è tornato con una bella scorta di prodotti.
Nel frattempo io avevo ricoperto la testa di mia figlia con mezzo pacco di domopack, tanto che avrei potuto metterla in frigorifero e conservarla per una settimana in quelle condizioni.
Al ritorno (dopo una spesa di ben 40 euro) il gentil consorte mi ha portato un trattamento, uno spray da lasciar agire tutta la notte e il classico pettinino in metallo con tanto di lente d'ingrandimento e spazzolino.

Premetto che io ho il terrore di qualunque essere strisciante e/o volante. Mi fanno ribrezzo nel vero senso della parola, tanto da farmi venire i brividi e a volte anche paralizzarmi del tutto. Non sono solo aracnofobica (che tutto sommato non è una rarità tra le donne), sono fobica verso qualunque insetto, tanto più che in casa mia viviamo con le zanzariere fisse alle finestre e alle terrazze tutto l'anno e che appena vediamo un moscerino, che disgraziatamente per lui è entrato a farsi un giro, lo spiaccichiamo senza pietà, o peggio lo fulminiamo con la racchetta da sadici (come la chiamo io) che stermina tutto ciò che vola.

Insomma... erano anni che temevo questo momento ma domenica sera mi sono dovuta fare coraggio e ho spidocchiato ben bene mia figlia con un'espressione indecifrabile sul volto.
Avevo in casa un prodotto molto buono che ho usato per anni come preventivo: l'olio di Pid. Si lo so che molti dicono che i prodotti preventivi non funzionano però mia figlia ha sempre avuto in testa olii essenziali antipidocchio e non ha mai preso niente, poi smetto di darglielo per l'estate e se li prende..
Insomma mentre aspettavo l'arrivo di mio marito le ho fatto un impacco con l'olio di Pid e gliel'ho tenuto in testa per 45 minuti, poi ho pettinato con il classico pettinino da pidocchi e non vi dico cosa è venuto fuori... Asciugati i capelli le ho messo lo spray in testa che ha agito tutta la notte, poi sono passata alla piccola di casa (capellona dalla nascita, ahimé) e ho spruzzato pure lei, infine ho fatto il trattamento io e poi mio marito. Il giorno dopo vai di trattamento alla grande e domani si replica.
Ovviamente anch'io avevo qualche simpatica bestiolina che aveva fatto il nido tra i miei capelli e ieri, colta da una paranoia improvvisa di non aver continuato a frizionare la cute per 3 minuti come da istruzioni, mi sono data lo spray prima di andare a letto e oggi ho ripetuto il trattamento come previsto dalla confezione.
Insomma, penso di aver sterminato tutto, o almeno lo spero... Lenzuola, asciugamani, sciarpine, pupazzi da letto, coperte e trapunte (appena messe naturalmente, vista la stagione) sono finite tutte in 3 sacchi della spazzatura giganti in attesa di essere lavati in lavatrice con Napisan e quant'altro..

Tutto questo popò di racconto, per dire che essere mamma a volte è proprio difficile. Non potevo certo mostrarmi schifata o disgustata dalla testa di mia figlia, così io e mio marito abbiamo cercato di rendere la cosa un pò più simpatica e abbiamo iniziato a parlare di come la signora e il signor pidocchio si sono conosciuti in un'altra testa e hanno deciso di venire a fare il nido tra i bellissimi capelli di Viola. Poi sono nati tanti piccoli pidocchietti che hanno pensato bene di papparsi un pò di cute della mia bimba per diventare grandi e forti e, come se non bastasse, hanno messo su una succursale anche sulla testa della mamma....

Ora riesco a scherzarci su ma vi garantisco che domenica sera sono entrata nel panico quando mi sono resa conto della situazione. So bene che i pidocchi non sono pericolosi, solo che per una come me sono davvero una cosa super schifosa da affrontare.
Morale della favola: NON ABBASSATE MAI LA GUARDIA! Sarà stato un caso (ma ne dubito) però come dicevo prima, io le ho sempre messo qualche olio protettivo in testa e lei non ha mai preso niente, poi smetto per qualche tempo e zac! se li becca.
Inizialmente usavo l'olio di pid per lavarle i capelli una volta alla settimana durante il periodo scolastico. Lava come uno shampoo ma non è uno shampoo, è a base di erbe ma è comunque efficace perchè rende la testa un terreno sfavorevole per l'insediamento dei parassiti. Visto il costo proibitivo però (15 euro a confezione) sono passata all'olio essenziale Tea Tree, una goccia tutte le mattine sui capelli, soprattutto dietro le orecchie e sulla nuca. Ultimamente avevo comprato l'olio essenziale di lavanda, che fa un odore un pò meno sgradevole del Tea Tree e funziona ugualmente.
Prodotti chimici come prevenzione non ne ho mai usati, sempre e solo naturali. Io ve li consiglio lo stesso, anche perchè finora mi sono sempre trovata bene.
Speriamo che questo episodio non si ripeta e che il sig. e la sig. ra pidocchio decidano di cambiare casa al più presto!