sabato 31 ottobre 2015

BISCOTTI AI KIWI

Ecco che ci risiamo: il kiwi le bambine non lo vogliono proprio mangiare. La piccola me lo ridà molto gentilmente in mano (della serie "mamma non ci penso neanche a mangiarlo" ) e la grande inorridisce solo a vederlo sbucciato.
Uffa però... qui servono sempre sotterfugi.
E tutte le proprietà incredibili che ha questo frutto? No no, non se ne parla nemmeno di lasciarlo marcire in frigorifero, fa troppo bene!
I bambini soprattutto sono sempre esposti a raffreddori e malanni di stagione in questo periodo dell'anno e consumare anche solo 1 kiwi al giorno soddisfa l'apporto di vitamina C giornaliero. Certo, cuocendoli non so quanta ne rimanga, ma ci sono tantissime altre proprietà importanti dentro a questo frutto colorato: potassio e altri sali minerali, antiossidanti, regolatori del colesterolo ad esempio.. Inoltre fa molto bene per regolare i livelli di energia, il transito intestinale e aiuta a prevenire vari tipi di tumori.
D'estate riesco a nasconderlo dentro a frullati di frutta fresca da dare per merenda alle bambine, ma in questa stagione proprio non riuscivo a trovare un modo per farglielo mangiare. Fino a ieri...
Ho studiato questa ricetta molto semplice per vedere se riuscivo a "fregarle" prendendole per la gola e ci sono riuscita!
Dei biscotti buoni e morbidi dentro, ma leggermente croccanti fuori. Leggeri perchè non contengono grassi (solo 30 ml di olio di mais) e molto gustosi, ottimi in qualunque momento della giornata.

BISCOTTI AI KIWI

- 300 g. farina tipo 2 (o il solito misto di integrale e farina 0)
- 30 g. fecola di patate
- 50 g. di zucchero di canna
- 1/2 bustina di lievito in polvere
- 30 ml olio di mais
- 3 kiwi maturi

Frullate i kiwi sbucciati e tagliati a pezzi. In una ciotola mescolate la farina e la fecola con il lievito, poi aggiungete lo zucchero e l'olio. Mescolate bene con le mani e infine aggiungete i kiwi frullati continuando ad impastare fino ad ottenere un impasto uniforme. Se dovesse essere troppo appiccicoso aggiungete un pò di farina.
Ungetevi le mani con poco olio e formate tante palline, poi schiacciatele e mettetele su una teglia coperta di carta forno.
Cuocete a 180° fino a doratura.