lunedì 2 novembre 2015

POLENTAPIZZA

Mettete una mattina in cui vi svegliate con una gran voglia di pizza ma non avete voglia di fare l'impasto o il tempo per lasciarlo lievitare. Mettete una mattina in cui avete voglia anche di un piatto colorato che vi metta allegria e che vi lasci leggeri ma sazi. Mettete che nella dispensa avete la farina di mais a grana fine e media... ecco risolto il problema!
Oggi ho fatto un esperimento e mi è piaciuto tantissimo, quindi ve lo posto! La piccola di casa se n'è mangiata 4 fette e si è leccata i baffi, mentre Viola come al solito ha fatto fatica a mangiarne una. Peccato, l'anno scorso mangiava la polenta volentieri ma quest'anno proprio non c'è verso di fargliela gustare, vai a capire i gusti dei bimbi...
Comunque tornando a noi, oggi ho fatto la polentapizza, ovvero una pizza con la base di polenta. Viene ancora più buona se avete della polenta rimasta, ma se non ne avete potete farvela fresca e lasciare che si raffreddi completamente.
Come al solito la farcitura dipende dai gusti: io ho usato pomodorini ciliegini, cipolla rossa, zucchine e carote, oltre a una mozzarella tagliata a dadini.
Se siete vegani basterà sostituire la mozzarella con un qualsiasi formaggio vegetale o anche ometterla del tutto.

POLENTAPIZZA

Per la polenta:
- 100 g. farina di mais a grana fine
- 100 g. farina di mais a grana media
- 1,5 l acqua
- sale
- olio evo

Per la farcitura:
- pomodorini ciliegini
- 1/2 cipolla rossa
- 1 zucchina
- 1 carota
- lievito alimentare in fiocchi (o in scaglie)
- olio evo
- 1 mozzarella

Procedete con la polenta qualche ora prima di mangiare, così avrà il tempo di raffreddarsi completamente.
Mettete l'acqua salata in una pentola, portate a bollore, mettete un giro d'olio evo e versate a pioggia la farina a grana media mescolando con una frusta a mano. Sempre continuando a mescolare fate cuocere per circa 15 minuti a fuoco basso, poi spegnete. Aggiungete la farina a grana fine sempre mescolando e riaccendete il fuoco tenendolo basso. Fate cuocere altri 15 minuti circa continuando a mescolare.
Quando è pronta versatela ben calda in una teglia tonda da pizza ricoperta di carta forno e subito dopo copritela con la pellicola a contatto per evitare che si formi la crosticina in superficie. Con queste dosi dovrebbero venirvi circa 2 teglie.
Una volta ben fredda procedete con il condimento. Io ho scelto dei pomodorini ciliegini tagliati a metà, ho aggiunto zucchine e carote precedentemente cotte in pentola con dado autoprodotto, la cipolla rossa tagliata a listarelle, la mozzarella a dadini e infine una bella spolverata di lievito alimentare in fiocchi per insaporire. Un altro giro d'olio evo e via, in forno a 200° per 30 minuti circa, a seconda se la preferite più o meno cotta.