giovedì 15 ottobre 2015

10 ATTIVITA' A COSTO ZERO PER BAMBINI DAI 18 MESI

La mia prima figlia a 15 mesi è andata all'asilo nido e per quanto la cosa non mi abbia mai convinta del tutto, devo confessare che in parte ero contenta di non dovermi arrovellare per trovare sempre nuovi modi di intrattenerla. Sia lei che la più piccola hanno due caratteri molto curiosi e vivaci e fin dai primi passi è stato molto difficile trovare il modo di farle giocare con qualcosa per più di qualche secondo. Entrambe correvano (e corrono!) per tutta casa arrampicandosi e tirando giù qualsiasi cosa trovassero, spostando gli oggetti di stanza in stanza, andando a curiosare dove non avrebbero dovuto e rischiando anche spesso di farsi del male.
Ora, per quanto io sia propensa a lasciare che i bambini si divertano e giochino in libertà, senza costringerli a fare nulla di imposto, devo ammettere che spesso mi sono trovata nella necessità di impegnare le mie figlie in qualche attività calma e pacifica, anche solo per cucinare un piatto di pasta o magari riordinare il caos in giro per casa.
Certo, ogni tanto ho usato la televisione in questi momenti, non lo nego, però cerco sempre di tenerla come ultima risorsa, quando proprio non funziona nient'altro.
Con la mia seconda figlia, merito un pò dell'esperienza, un pò della maturità che mi ha resa più paziente e merito anche del fatto che ora leggo e mi informo di più sul metodo di educazione dei bimbi, ho scoperto qualche attività semplice ma di grande effetto per tenere impegnati i piccoli. Ho deciso di non mandarla al nido e per ora devo dire che sono molto contenta.
Naturalmente ogni bambino è diverso e ha il suo carattere: c'è quello che gioca di più e quello che gioca di meno, quello più interessato ai libri e quello che preferisce la motricità, però vi consiglio di provare questi suggerimenti, potreste rimanere sorpresi dal risultato!
Si tratta di attività a costo zero, fatte con oggetti di uso comune che spesso sono i preferiti dai bambini. Idee semplici ma di grande effetto

1- Il cassetto del bagno: per quanto io sia contraria a far giocare i bambini in questa stanza perchè ritengo sia un luogo pericoloso, mia figlia adora aprire il cassetto del bagno e studiare ogni oggetto con estrema attenzione. Il cassetto in questione dovrà essere all'altezza giusta e sempre rigorosamente controllato perchè non vi capiti un oggetto pericoloso (come forbicine, pinzette o lime per le unghie ad esempio). Io ci tengo: campioncini di creme di ogni tipo, di ogni dimensione e di ogni colore (la maggior parte sono bustine ma vanno bene anche bottigliette sigillate), fasce per i capelli, scatoline vuote di dentifricio, creme, spazzolini nuovi imballati, filo interdentale nuovo nella confezione, bustine portatrucchi vuote, pettini e spazzole (il più possibile pulite). Se avete una cassettiera con le ruote consiglio di spostarla fuori dal bagno per far giocare il bimbo in tutta sicurezza.

2- La scatola dei depliant: avete presente tutti quei depliant che si trovano per strada dei vari supermercati? Una volta che non ci servono più sono perfetti da far sfogliare o strappare ai bimbi. Anche il catalogo vecchio dell'Ikea, di Mondo Convenienza o i vecchi libricini con le farmacie di turno del quartiere che a volte ci mettono nella buchetta della posta, avete presente? Sono tutti a misura di bambino e sono pieni di colori e di foto da guardare

3- I bicchieri di plastica e le mollette da bucato: avete mai provato a dare al vostro bambino 4 o 5 bicchieri di plastica (io uso quelli colorati dell'Ikea) da impilare l'uno sull'altro? Se poi vi attaccate qualche molletta da bucato il bambino si divertirà a toglierle, a metterle dentro, a capire come funzionano, a nasconderle dentro al bicchiere

4- Il libro delle foto: mia figlia va pazza per i nostri album di famiglia ma di darglieli in mano per farla giocare non se ne parla nemmeno, ci tengo troppo! Ieri ho provato a fargliene uno io e a lei è piaciuto tantissimo! Ho preso alcune foto della nostra famiglia, foto che avevo lasciato da parte o che avevo stampato doppie, le ho attaccate su dei fogli A4 che poi ho inserito nelle buste di plastica trasparenti con i buchi. Ho legato le buste con due fili di lana nei vari buchi e voilà, ecco un libro delle foto a portata di bimbo

5- L'impasto della sfoglia: un modo semplice per tenere impegnato un bimbo è dargli un impasto da lavorare con le mani. Per non stare a comprare vari didò io ho preso un pò di farina e un pò di acqua, li ho impastati fino ad ottenere una pallina liscia ed elastica e l'ho data alla piccola peste insieme ad un piccolo mattarello per bimbi. Sul suo tavolino si è divertita tantissimo a stendere la sfoglia e con uno stampino ha provato anche a fare i biscotti come la mamma!

6- La scatola dei gomitoli: avete dei gomitoli di lana e/o cotone che non usate? Bene, lasciate che ci giochi vostro figlio. Con tutti quei colori e quelle diverse consistenze il bambino sarà incuriosito da quei nuovi oggetti e si divertirà a toccarli e a srotolarli tutti.

7- L'astuccio della sorella: se avete una figlia (o un figlio) più grande avrà sicuramente un vecchio astuccio che non usa più, con colori a matita o a cera che non le servono per la scuola, ma anche con gomme, temperini (chiusi) e righelli. Non sono oggetti pericolosi e quindi potete lasciare che il piccolo li esplori, però vi consiglio di tenerlo d'occhio perchè potrebbe mettersi a colorare tutto ciò che ha intorno!

8- I travasi con la pasta: sono un classico che funziona sempre! Mettete il bimbo per terra e dategli un pò di pasta cruda di varie dimensioni (lasciate stare quella piccolissima però, non si sa mai). Dategli anche qualche bicchiere di plastica o qualche ciotolina e vedrete come inizierà a travasare la pasta per sentire il rumore e capire come poterci giocare. Attenzione perchè mia figlia spesso prova a mangiarsela anche cruda, quindi consiglio questa attività a stomaco pieno.

9- Un vecchio telefono senza batteria o una calcolatrice che non usate più: mia figlia fa sempre finta di stare al telefono e usa spesso questi oggetti per "telefonare" al papà o alla sorella che sono al lavoro e a scuola. A volte si prende persino il mouse del computer e fa finta di telefonare! Sempre meglio del nostro cellulare o del cordless di casa...

10- L'armadio dei travestimenti: prendete tutti i cappelli che non usate più o che non vi servono, tutte le borse, borsine e cinture, qualche guanto, qualche sciarpa, qualche scarpa grande o qualche pantofola, aggiungete qualche collana (grande e senza perline che si stacchino) e mettete tutto dentro ad un armadio ad altezza bambino o magari una scatola capiente e lasciate che sia il bimbo ad andare ad esplorare gli oggetti da solo. Si divertirà a giocare a vestirsi come la mamma e/o il papà e verrà a farsi vedere ogni volta che indosserà un oggetto nuovo