lunedì 7 maggio 2012

A TAVOLA CON MENO DI 1 EURO: WURSTEL E PURE'

Si lo so, ho scoperto l'acqua calda! La verità è che questa non è una vera e propria ricetta, non è neanche un piatto che richieda chissà quale preparazione, ma parlando di risparmio senza rinunciare ai valori nutrizionali può rappresentare un'ottima soluzione. Naturalmente non è un secondo piatto da mangiare tutti i giorni (ci sono portate più sane), ma con qualche attenzione nella scelta dei wurstel e il purè preparato in casa può andare.
Dunque inizio dicendo che a me i wurstel piacciono molto ma prediligo quelli di pollo e tacchino, non compro mai la carne di maiale. Non mi piace, non la trovo sana e credo che ne vada mangiata veramente poca, solo se piace. Detto questo stavolta ho approfittato di un'offerta della Coop per acquistare dei pacchettini di wurstel da 4 piccoli a 49 cent, che a mio parere sono una buona dose di apporto proteico nell'alimentazione di un adulto. Il prezzo pieno ad ogni modo non supera l'euro quindi rimane un secondo piatto decisamente economico.
Si possono preparare bolliti, al microonde oppure come faccio io, appena scaldati in padella, giusto il tempo di farli cuocere su entrambi i lati, qualche minuto.
Invece di accompagnarli con salse ricche di colesterolo e poco sane come ketchup, senape o maionese, proviamo a servirli con una buona dose di purè fatto in casa.
Per carità, lasciate perdere le buste di purè già pronto, sono immangiabili!! Un purè che si rispetti è fatto con patate, latte e una piccolissima noce di burro, un pò di sale e BASTA! Non serve altro credetemi e il risultato è ottimo. Si tratta di un alimento sano, che riempie la pancia per via delle patate e che non è neanche troppo grasso quindi si può consumare tranquillamente all'interno di una dieta bilanciata.
Come sempre basta qualche piccolo accorgimento per renderlo più leggero.
Scegliete del latte scremato, o almeno parzialmente scremato, mai quello intero o alta qualità. Sono buoni lo so, ma sono anche ricchi di grassi superflui che non ci servono a niente. Nella scelta del burro invece provate ad usare la margarina vegetale, più sana e se ne trovate una versione light tipo quella della Gradina, provatela! Costa più o meno come un panetto di burro classico ma ha la metà delle calorie e dei grassi, senza contare che è 100% vegetale.
Avete tutto pronto? Bene, allora iniziate a mettere le patate a bollire in acqua salata.

PURE' FATTO IN CASA:

300 g. patate (o più, dipende da quanto ne volete preparare)
1 noce di burro (o margarina)
1 bicchiere di latte ( o più a seconda della quantità di patate)
1 pizzico di sale


Come vedete la lista degli ingredienti è cortissima e la preparazione è semplice e veloce. La parte più lunga è la cottura delle patate. Lasciatele bollire in acqua salata per una ventina di minuti o più, dipende dalla loro grandezza, pulitele bene prima di cuocerle, lasciando loro la buccia in modo che le sostanze contenute all'interno non si disperdano nell'acqua di cottura. Controllatele con una forchetta e quando saranno pronte pelatele e passatele nel passaverdura se non volete grumi nel purè, altrimenti schiacciatele con una forchetta.
A questo punto mettete a scaldare il latte in un pentolino, al momento dell'utilizzo dev'essere ben caldo, è questo il segreto per un buon purè omogeneo.
Mettete la noce di burro nelle patate e mescolate con un cucchiaio di legno per farlo sciogliere. A questo punto togliete il latte dal fuoco e accendete il fornello sotto alla pentola con le patate, aggiungete un pò di latte e mescolate, aggiungetene ancora e mescolate sempre con il fuoco acceso, in modo che il latte venga assorbito dalle patate.
Se vi piace un purè molto denso non mettete troppo latte, se invece lo preferite più liquido, allora abbondate. L'importante è che il latte sia bello caldo.
Controllate il sale e voilà, ecco fatto!
Se dovesse rimanere del purè basterà metterlo in un contenitore per alimenti, chiuderlo bene e riporlo in frigorifero. Il giorno dopo sarà solo da scaldare un pò sul fuoco e sarà come appena fatto.
Se vi piacciono le patate americane, o patate dolci, vi segnalo che questa ricetta è ottima anche con quella varietà di patate. Il risultato ovviamente sarà più dolce e il gusto decisamente diverso, ma a mio parere è buonissimo!
Mia suocera aggiunge anche una buona dose di parmiggiano grattugiato all'interno delle patate ma anche se il sapore alla fine è molto buono, il purè diventa grumoso e decisamente più pesante da digerire, nonchè più calorico..