venerdì 27 aprile 2012

RICETTE AMERICANE: APPLE PIE

Oggi vorrei inaugurare una sezione che forse alcuni troveranno insolita: quella delle ricette americane. Perchè? Semplice, trovo la loro cucina molto particolare e buona, anche se decisamente diversa dalla nostra. Non che io sia una che cucina in continuazione piatti oltreoceano, ma qualche ricetta tipica degli Stati Uniti la conosco e ogni tanto la preparo.
La Apple Pie ad esempio, come scrivevo nel post della Torta di mele, è un dolce dal sapore molto diverso dalla classica ciambella con le mele che siamo abituati a consumare. I nostri ingredienti non si differenziano molto dalla ricetta americana, l'unica cosa che cambia è l'uso delle spezie. Cannella, chiodi di garofano, zenzero e altri sapori "insoliti" si trovano spesso nei piatti oltreoceano e anche in questa ricetta rendono il piatto unico e forse non adatto a tutti.
Diciamo che è per palati pronti a nuovi sapori, non radicati nella cucina italiana ma aperti a nuove esperienze culinarie.
Un'altra differenza rispetto alla nostra torta di mele sta nel modo in cui viene realizzata. Noi mettiamo la frutta dentro all'impasto e la incorporiamo, loro creano un vero e proprio ripieno, una specie di cuore del dolce racchiuso in due strati di pasta frolla buonissima.
Infatti credo si possa dire che questo è un dolce al cucchiaio perchè effettivamente si taglia a fette ma il ripieno si mangia con il cucchiaio, dato che si tratta di mele aromatizzate alla cannella.
La tradizione americana vuole la preparazione di questo dolce in occasione della festa del 4 luglio, giorno dell'indipendenza e di solito viene servita con un pò di panna acida a parte.

APPLE PIE:

Difficoltà: media
Costo: basso
Sapore: unico

Per la pasta frolla:
50 ml di acqua ghiacciata
150 g. burro
300 g. farina 00
1 pizzico di sale

Per il ripieno:
1 cucchiaino di cannella in polvere
1 cucchiaio di farina
1 limone
1 kg di mele (golden, renette o quello che avete)
100 g. zucchero
1 pizzico di sale
1 grattugiata di noce moscata


Per prima cosa prepariamo la pasta frolla, che dovrà rimanere in frigo per 30 minuti circa. Impastiamo con le mani la farina, il sale, il burro (non fuso ma a pezzetti) e l'acqua freddissima fino ad ottenere una palla elastica, avvolgiamola con della pellicola e lasciamola riposare in frigo.
A questo punto prepariamo il ripieno tagliando a pezzetti le mele, aggiungendo la scorza del limone grattugiata e spruzzandole con il succo per non annerirle. Aggiungiamo anche la cannella, la noce moscata, il sale, lo zucchero e la farina.
Quando l'ho preparata io non avevo in casa della noce moscata quindi non l'ho usata e devo dire che il dolce è venuto bene lo stesso. Se non volete metterla non fa niente.
Amalgamate il tutto facendo attenzione a non rompere le mele e lasciatele macerare ferme.
Intanto preparate la tortiera. Per questo dolce serve uno stampo da crostata, preferibilmente in silicone (è più facile staccare la torta), ma se ne avete uno rigido immagino che basti procedere come sempre ungendo con il burro e asciugando con la farina.
Stendete uno strato di pasta sullo stampo in modo da formare la parte inferiore del dolce. Fate aderire bene i bordi tagliando con un coltellino gli eccessi di pasta.
Versatevi il ripieno di mele formando una piccola montagnetta al centro e spargetevi sopra qualche fiocchetto di burro. Coprite il tutto con un secondo strato di pasta facendo attenzione a chiudere bene. Questa operazione è piuttosto importante quindi cercate di sigillare bene i due strati con l'aiuto di una forchetta, magari arrotolando su se stessi i bordi.
Se vi avanzano dei ritagli di pasta metteteli sopra il dolce per decorarlo, se volete dategli la forma di una foglia, o di un cuore o di quello che preferite.
Spennellate la superficie con del latte e fate alcuni fori con la forchetta per fare "respirare" la torta durante la cottura.
Mettetela in forno caldo a 200° per circa 20 minuti, poi abbassate a 180° per altri 20 minuti e infine arrivate a 170° per altri 20 minuti. Deve dorarsi bene senza strinarsi ovviamente. Se vedere che prende troppo colore copritela con un foglio di alluminio.
Una volta sfornata potete spennellarla con dell'uovo sbattuto e ricoprire con zucchero ma io non l'ho fatto perchè mi sembrava troppo.