mercoledì 27 gennaio 2016

GNOCCHI AL SUGO DI POMODORO E CAVOLO RICCIO

Voi lo avete mai mangiato il cavolo riccio? Da vedere non è bellissimo, anzi, però fa davvero tanto bene e secondo me vale la pena provarlo. Io l'ho trovato l'altro giorno all'ipermercato e ho deciso di prendere un mazzo di foglie nella versione viola (o nera, in ogni caso è scuro).
Il cavolo riccio è tra gli alimenti più nutrienti che esistano al mondo, lo sapevate? Oltre a tutte le proprietà antitumorali e antinfiammatorie della famiglia del cavolo, contiene anche pochissime calorie, moltissime vitamine (tra le altre la C e la K), minerali, calcio, potassio, beta carotene e per finire fa bene sia al cuore che ai reni. Insomma, è un super alimento!
Oggi ho fatto gli gnocchi freschi seguendo questa ricetta e ho deciso di provarli con un sughetto nuovo, che non fosse il solito pomodoro e neanche il formaggio.
Il risultato è stato un primo piatto da leccarsi i baffi, che anche la piccola di casa si è trangugiata fino all'ultimo boccone (cavolo riccio compreso).
Come sempre è un primo sano ed economico (il cavolo riccio non ha proprio un prezzo bassissimo ma ne bastano davvero poche foglie) adatto a tutti. Con questo sughetto potete anche condire una super pizza fatta in casa, o magari una torta salata, o ancora potete servirlo come contorno ad una bistecchina di pollo, o perchè no, ad un burger di ceci.
Fatemi sapere come l'avete servito.

GNOCCHI AL SUGO DI POMODORO E CAVOLO RICCIO

- 200 g. gnocchi freschi (io fatti in casa)
- 2 pomodori
- 1/2 cipolla
- olio evo
- 4/5 foglie di cavolo riccio viola
- 1 cucchiaino di dado (io autoprodotto)

Sciacquate le foglie di cavolo riccio sotto l'acqua corrente, quindi eliminate la parte centrale più dura, poi tagliatele al coltello finemente. Fatele sbollentare qualche minuto in acqua salata, vedrete che se avete usato il cavolo viola verrà via il colore e l'acqua diventerà blu.
In una padella scaldate un giro d'olio evo, aggiungete la cipolla tritata finemente, poi i pomodori ben lavati e tagliati a dadini. Lasciate insaporire coprendo con un coperchio e all'occorrenza qualche cucchiaio d'acqua.
Scolate il cavolo e aggiungetelo al sugo, quindi mettete il dado oppure un pizzico di sale. Mescolate e fate cuocere ancora qualche minuto.
A parte cuocete gli gnocchi in abbondante acqua salata, scolateli quando risaliranno in superficie e aggiungeteli al sugo.
Se utilizzate questa ricette per una pizza o per una torta salata, distribuite il sugo sulla base, quindi aggiungete un pò di timo, di alloro e di maggiorana (io li uso secchi) e se volete un cucchiaino di lievito alimentare in polvere, quindi infornate a 180°.
Buon appetito!