martedì 9 giugno 2015

CONFETTURA DI ALBICOCCHE

Non so voi ma è quella che preferisco. Mi piacciono un pò tutte, è vero, ma l'albicocca è l'albicocca... e siccome questo è tempo di raccolta, ho saccheggiato il frutteto dei miei suoceri e mi sono portata a casa un bel pò di albicocche fresche.
Un pò le ho mangiate, un pò le ho usate per fare qualche torta ma la maggior parte sono finite nella pentola per una bella dose di marmellata, anzi di confettura.





CONFETTURA DI ALBICOCCHE

- 1,5 kg albicocche
- 400 g. zucchero
- 1 limone


La prima cosa da fare è sterilizzare i vasetti e i tappi. Potete bollirli per circa 30 minuti in acqua oppure metterli a 100° nel forno, come preferite. Lasciateli raffreddare e asciugateli con un panno pulito.
Lavate e private del nocciolo le albicocche, tagliatele a pezzi e mettetele in una pentola capiente dai bordi alti. Spremete il succo di limone e versatelo all'interno, dopodiché accendete il fuoco medio.
Mescolate ogni tanto e dopo circa 30 minuti aggiungete lo zucchero e lasciate cuocere a fuoco basso per circa 1 ora e mezza o più. Il composto si scurirà e diventerà un pò gelatinoso, prendetene un pò con il cucchiaio e mettetelo su un piattino. Se cola significa che è ancora presto, se è denso e tende ad attaccarsi al piatto allora ci siamo.
Invasate la confettura ancora bollente, poi mettete i barattoli a testa in giù fino a farli raffreddare. Fateli poi bollire per 30 minuti in acqua bollente e lasciateli nella pentola fino a quando l'acqua non si sarà raffreddata.