giovedì 13 ottobre 2016

NASTRINI MORBIDI ALLA RICOTTA

L'altro giorno ero nel mezzo di uno di quei momenti di panico in cui non sapevo più cosa inventare per far star buone le bimbe. Ormai hanno raggiunto un'età in cui litigano spessissimo e purtroppo non sempre riesco a tenerle sotto controllo.
Tra le urla e i pianti, tra il disordine in casa e la minaccia del papà che stava rientrando dal lavoro avevo due alternative: o metterle davanti alla tv sperando che trovassero qualcosa da guardare che le assorbisse per almeno 20 minuti, oppure provare a metterle d'accordo in altro modo.
Poi la lampadina mi si è accesa: i biscotti! Non c'è niente di meglio delle mani in pasta per intrattenere i bambini di ogni età, quindi ho acceso il forno e abbiamo iniziato ad impastare.
La piccola ha lavorato un composto per fare dei biscotti alla banana (presto sul blog) più facile da manipolare, mentre a Viola ho affidato questi nastrini alla ricotta che poi si sono rivelati ottimi per tutti!
La concentrazione che serve per impastare e dare una forma precisa ad un biscotto è importante anche per un bambino di 9 anni, che magicamente smette di bisticciare con la sorella e si impegna nel suo lavoro manuale. La soddisfazione di mangiare poi quei biscotti e di rendersi conto di quanto siano buoni non ha prezzo...

NASTRINI MORBIDI ALLA RICOTTA

- 200 g. farina tipo 2
- 80 g. zucchero di canna
- 220 g. ricotta
- 1/2 bustina di lievito vanigliato
- 1 pizzico di sale
- latte

Il procedimento è molto semplice: si mescolano in una ciotola tutti gli ingredienti fino a formare una palla. Per la quantità di farina andate un pò ad occhio, potrebbe servirne di più o di meno, in base anche al tipo di ricotta. Io ho usato la ricotta classica vaccina.
Formate tanti serpentelli che andrete poi a piegare a forma di U, quindi intrecciate le estremità fino a formare il classico nastrino. Metteteli su una leccarda ricoperta di carta forno, spennellateli con il latte e cospargeteli con un cucchiaino di zucchero di canna.
Infornate a 180° per circa 10/15 minuti, finché dorano.
Vi consiglio di preparare una dose doppia perché spariscono immediatamente!