giovedì 26 maggio 2016

CROCCHETTE DI FAVE SENZA UOVO

Di recente ho inserito alcuni nuovi legumi nella nostra alimentazione: oltre ai fagioli, ai ceci e alle lenticchie ho iniziato a proporre alle mie bimbe anche cicerchie e fave.
In questa stagione sono disponibili le fave fresche, quindi vi consiglio di provarle nella realizzazione di queste crocchette, ma se non ne avete potete tranquillamente usare quelle secche come ho fatto io in questo caso.
Se i vostri bimbi amano di più la forma delle polpette ovviamente nulla vi vieta di trasformarle in tante palline rotonde, altrimenti spazio alla fantasia e armate di stampini per biscotti potete sfornare forme di ogni tipo utilizzando questo impasto.
Trattandosi di un secondo piatto di legumi ho preferito non inserire anche l'uovo (cerco sempre di distinguere le varie fonti di proteine in modo che ciascuno di noi ne assuma un tipo per volta a pasto). Ho quindi usato le patate per far amalgamare il composto e un pò di pangrattato per asciugarlo.

CROCCHETTE DI FAVE SENZA UOVO

- 150 g. fave secche (o 300 di fave fresche)
- 2 patate piccole (o una grande)
- olio evo
- 1/2 scalogno
- sale (io dado autoprodotto)
- spezie a piacere (io cucurma)
- erbe aromatiche (facoltativo)

La prima cosa da fare se usate le fave secche è di seguire le istruzioni riportate sulla confezione per la cottura. Nel mio caso non serviva ammollo quindi le ho sciacquate sotto l'acqua corrente e le ho cotte per 30 minuti in acqua salata.
In una padella scaldiamo nel frattempo un filo d'olio evo e lo scalogno tritato fine, quindi aggiungiamo le patate pelate e tagliate a tocchetti. Copriamo con mezzo bicchiere d'acqua e insaporiamo con sale o un cucchiaino di dado autoprodotto. Copriamo con il coperchio e lasciamo cuocere per 15 minuti circa.
In un contenitore dai bordi alti versiamo le fave cotte, le patate, le erbe aromatiche e le spezie, quindi frulliamo con il frullatore ad immersione fino ad ottenere una crema.
Se volete potete usare un mixer e ridurre in pezzetti le fave senza frullarle, dipende dai gusti. Mia figlia Viola non ama sentire i pezzetti nelle crocchette quindi di solito frullo tutto.
Aggiungete il pangrattato e lasciate raffreddare qualche minuto in modo che il composto si solidifichi.
Bagnatevi le mani, formate tante crocchette e mettetele in una teglia ricoperta di carta forno. Spolverizzate con i semi di sesamo e infornate a 180° per circa 20 minuti.
Servite le crocchette tiepide accompagnate da una porzione di verdure (io cetrioli) o da una salsina fresca allo yogurt ad esempio.