mercoledì 29 gennaio 2014

TOPOLINE, ANGIOLETTINE MA SOPRATTUTTO PIADINE SENZA STRUTTO FATTE IN CASA


Chi ama le piadine alzi la mano! E come si fa a non amarle? Sono buone, versatili, pratiche e veloci da scaldare, si possono mangiare con un ripieno salato o dolce e si adattano ad ogni gusto accontentando tutti. C'è però un unico difetto a mio parere che le rende troppo caloriche: lo strutto. Si lo so che la tradizione vuole che questo ingrediente non manchi nella ricetta e che forse alcuni di voi storceranno il naso al solo sentir parlare di una piadina senza strutto, ma credetemi, il sapore non cambia, anzi!
Vi dirò di più: oltre a togliere lo strutto sono riuscita anche ad aggiungere pochissimo olio riducendo i grassi e non intaccando il gusto finale, quindi mettetevi comodi e leggete la ricetta di oggi.
Ah dimenticavo, ho parlato di "topoline e di angiolettine" perché per rendere il tutto più appetibile agli occhi di mia figlia non ho fatto altro che ritagliare dallo strato di pasta alcune piadine a forma di Topolino e di angioletto con gli appositi stampini. Inutile dire che è bastato presentarle nel piatto questi due tipi di piadina per mandarla in visibilio e incoraggiarla a mangiare!
Ricapitolando possiamo dire che questa ricetta è perfetta per gli "onnivori", i vegetariani, i vegani (basta sostituire il latte di mucca con il latte di soia o di riso se volete), chi è a dieta e anche i bambini.

TOPOLINE, ANGIOLETTINE MA SOPRATTUTTO PIADINE SENZA STRUTTO FATTE IN CASA
(dosi per 4 persone circa o 3 molto affamate)

- 400 g. farina 00
- 5 cucchiai di latte
- 3 cucchiai di olio evo
- sale q.b.
- acqua q.b.


Per prima cosa setacciamo la farina in una ciotola, dopodiché aggiungiamo il latte e l'olio a filo e mescoliamo con un cucchiaio di legno. Insaporiamo con il sale e aggiungiamo anche l'acqua piano piano stando attenti a non esagerare. Consiglio di iniziare ad impastare con le mani a questo punto per rendervi conto della consistenza del composto, che non deve essere troppo duro ma neanche appiccicoso. Lavoratelo qualche minuto poi avvolgetelo nella pellicola e mettetelo in frigo a riposare per 1 ora.
Riprendetelo e rinvigoritelo un pò con le mani, stendetelo con l'aiuto di un mattarello e formate delle palline dello stesso peso, poi stendete la pasta fino a formare dei cerchi il più possibile regolari.
Prendete una padella antiaderente e scalatela sul fuoco medio. Cuocete le piadine per qualche minuto finchè non avranno preso il caratteristico colore a macchie e ricordatevi di girarle per farle cuocere bene da entrambi i lati. Quando vedrete che si gonfiano significa che sono cotte anche all'interno.
Impilatele una sull'altra e copritele con un canovaccio pulito per mantenerle tiepide.
Servitele ripiene di quello che volete: formaggi, salumi, insalata, nutella, marmellata, a voi la scelta!