sabato 17 maggio 2014

BANANA BREAD SENZA BURRO

La ricetta di oggi rientra nella categoria "ricette americane" ma in realtà si trova all'estero un pò ovunque. Sto parlando del Banana Bread: letteralmente "pane alla banana". Più che un pane alla banana si tratta di una specie di plumcake profumatissimo e se volete anche molto goloso. La preparazione base è molto semplice ma si possono aggiungere tranquillamente gherigli di noce, nocciole o gocce di cioccolato per renderlo più buono. Ovviamente potete realizzare anche dei piccoli muffin con lo stesso impasto ma a parer mio il plumcake, tagliato a fette, è senza dubbio migliore. La versione classica prevede l'uso del burro ma come sempre io l'ho sostituito con una quantità di olio di mais a dir poco imbarazzante (solo 40 ml) e vi garantisco che è buonissimo lo stesso.
Quello che vi serve sono alcune banane molto mature, di quelle che altrimenti buttereste via perchè troppo scure per essere mangiate da sole. Vi capiterà ogni tanto di dimenticarvene qualcuna in frigorifero, no? A me succede spessissimo e per non sprecare niente di solito preparo questo dolce.
Come ho scritto anche nella ricetta della banana cake, la cosa incredibile di questa ricetta è che non appena aprirete il forno sarete invasi da un profumo di banana molto intenso, cosa che con gli altri dolci di solito non succede. Siete pronti? Cominciamo

BANANA BREAD SENZA BURRO

- 2 o 3 banane molto mature
- 220 g. farina 00
- 1 uovo
- 75 g. zucchero di canna
- 40 ml olio di mais
- 1 bustina di lievito vanigliato
- 1 cucchiaino di cannella in polvere


Prendiamo le banane, le sbucciamo e le schiacciamo con una forchetta all'interno di una ciotola. Uniamo l'uovo, lo zucchero e l'olio con una frusta elettrica o a mano, in modo da rendere il composto liscio e omogeneo. Aggiungiamo la farina setacciata, la cannella e il lievito, infine se volete anche le noci o le gocce di cioccolato. Mescoliamo bene poi versiamo il tutto in uno stampo per plumcake rivestito di carta forno.
Cuociamo a 180° per 35 minuti circa. Attenzione a non far bruciare il dolce! Nella parte alta si formerà una crosticina dorata ma se vedete che prende troppo colore mettete sopra un foglio di alluminio per non far bruciare il dolce, fino a cottura ultimata.