venerdì 11 gennaio 2013

VOGLIA DI SFRAPPOLE!!

Fanno parte dei dolci tipici del Carnevale e sono conosciute con tanti nomi diversi in base alle regioni d'Italia. Una cosa però è sicura: sono buonissime!
Le sfrappole sono delle "frittelline" ricoperte di zucchero a velo che piacciono a grandi e piccini e che sono anche piuttosto facili da preparare. Nel mio caso mi sono servita di un'aiutante molto brava, la mia bimba, che pazientemente ha girato la manovella della macchina per la pasta, mi ha passato le sfrappole da friggere e, cosa più importante ha fatto da assaggiatrice ufficiale :)
Qualche accortezza prima di iniziare.
Ci sono tante ricette in rete per le sfrappole e di sicuro sono tutte buone; io ho scelto questa tipica bolognese per ovvi motivi e devo dire che sono venute davvero ottime. L'aggiunta di un cucchiaio di aceto può sembrare strano ma credetemi, non si sente affatto il sapore una volta cotte. Serve più che altro per evitare che le sfrappole assorbano l'unto dell'olio, risultando quindi fragranti e leggere.
Per la frittura preparatevi a dover arieggiare un pò la casa perchè anche se non dovrete friggere per ore ed ore, purtroppo l'odore rimane un pò e considerando che siamo in inverno... beh insomma, regolatevi voi!

Per un bel vassoio pieno di sfrappole occorrono:

150/160 g. farina 00
1 cucchiaio di olio di mais
1 cucchiaio di aceto
1 uovo
1 cucchiaio di zucchero

olio di mais per friggere

zucchero a velo da cospargere a fine cottura

Innanzitutto prendiamo una ciotola e mettiamo 150 g. di farina insieme a tutti gli ingredienti. Se il composto risulterà troppo appiccicoso ne aggiungeremo un pò dopo.
Impastate con le mani fino ad ottenere una palla liscia e lasciatela riposare per 30 minuti a temperatura ambiente ricoprendola con della pellicola.
Ora prendete la mcchina per fare la sfoglia e stendete la pasta in tante strisce sottili (io sono arrivata fino al numero 6 della macchina), poi con l'apposito strumento tagliatela in striscioline sottili.
Prendete una padella, preferibilmente una wok (si frigge molto meglio), mettete un bel pò d'olio (io in casa avevo quello di mais) e lasciatelo scaldare bene bene. Se volete fate la prova prendendo uno stuzzicadenti e immergendone un'estremità. Se l'olio fa le bollicine significa che è pronto altrimenti vuol dire che è ancora freddo.
Prendete le striscioline e fatele friggere per qualche secondo nell'olio bollente, le vedrete risalire in superficie e riempirsi di bolle, giratele una volta sola, poi prendetele con una paletta o una schiumarola e mettetele a sgocciolare su un vassoio rivestito di carta assorbente. Quando avrete fritto tutto e le sfrappole saranno tiepide spolverizzate di zucchero a velo.

Questi dolcetti sono tipici del periodo di Carnevale come dicevo prima ma ovviamente si possono preparare in qualsiasi momento dell'anno. Sono molto economiche come potete vedere e se avete dei bambini potete prepararli insieme a loro trascorrendo qualche ora in allegria. Si mantengono anche per qualche giorno ma non molti, quindi sbrigatevi a consumarle!