mercoledì 19 dicembre 2012

Grissini rustici con avanzi di pasta madre

Siete intente a preparare pane, focacce e dolcetti vari in occasione delle feste in questi giorni? Io si e devo dire che mi è capitato di ritrovarmi in frigorifero una quantità di pasta madre eccessiva, a forza di rinfreschi per renderla più attiva. E allora che fare? Certo si possono fare altro pane, altri cornetti o altri manicaretti ma se volete semplicemente liberarvi dell'impasto in eccesso senza dover per forza lasciare lievitare ore ed ore o magari non ne avete proprio il tempo, ecco una ricettina facile facile. Di solito si fa per smaltire gli avanzi ma secondo me vale la pena provarla a prescindere, questi grissini sono troppo buoni!
Prima di continuare però devo fare una premessa importante. Quando si usa la pasta madre, soprattutto all'inizio, può capitare di avere tra le mani un impasto non particolarmente forte, che da solo non è in grado di far lievitare un composto come quello del pane ad esempio. In questi casi o si aspetta che la pasta madre diventi più attiva, oppure si aggiunge un pò di lievito di birra e si procede ugualmente.
Nel primo caso però bisogna continuare a fare rinfreschi per rafforzarla, e allora cosa si fa con gli avanzi? Tranne i primissimi scarti subito dopo la creazione della pasta madre che sarebbero troppo acidi per essere mangiati, guai a buttarli via! Questa ricetta è ottima nel caso in cui vogliate riciclarli e vi permetterà di avere dei grissini buonissimi, economici, veloci da realizzare e versatili perchè si possono personalizzare a piacere.

GRISSINI RUSTICI CON AVANZI DI PASTA MADRE

avanzi di pasta madre
sale
olio
farina

Avrete notato che non ho messo le quantità, questo perchè dipende esclusivamente da quanto avanzo vi ritrovate a dover smaltire.
La prima cosa da fare è tirare fuori la vostra pasta madre dal frigorifero e lasciarla almeno 30 minuti a temperatura ambiente, sempre dentro al suo bel contenitore di vetro chiuso.
Quando si sarà ripresa un pò (ve ne accorgerete perchè si gonfierà un pochino), prendete gli avanzi e lavorateli un pò con le mani per ridare loro elasticità. Dopodiché mettete la palla di pasta in una ciotola, aggiungete un pizzico di sale, un filo d'olio evo e un pò di farina (tanta quanta ne basta a rendere il tutto lavorabile con le mani senza risultare appiccicoso).
Lavorate bene con le mani e quando l'impasto sarà omogeneo dividetelo in tanti pezzettini della grandezza desiderata. Con le mani date loro la classica forma allungata dei grissini e posateli su una teglia rivestita di carta da forno. Se volete potete cospargerli di semini o magari di rosmarino o timo o quello che preferite. Io non posso fare esperimenti del genere perchè in casa mia non sono apprezzate spezie, erbe e sapori simili, quindi vado sul classico.
Infornate immediatamente a 180° senza lasciare lievitare e vedrete che comunque dopo qualche minuto i grissini si gonfieranno con il calore e si apriranno leggermente.
Non lasciateli dorare troppo, basta un lieve colore.
Sono davvero buonissimi, credetemi!