lunedì 2 febbraio 2015

TORTA DI ROSE SENZA BURRO RIPIENA DI CREMA PASTICCERA PROFUMATA ALL'ARANCIA

Oggi è il mio compleanno e ieri abbiamo fatto una piccola festicciola in famiglia. Come ogni anno la torta me la sono preparata da sola, un pò per risparmiare sui costi, un pò per controllare la quantità delle calorie e un pò perchè se non cucino io non mi fido...
Insomma fatto sta che per i miei 35 anni ho deciso di fare la torta di rose, ma non la classica versione con la farcia di burro e zucchero (siamo matti?!?!?!?) no, ho scelto una variante più ipocalorica a base di crema pasticcera profumata all'arancia e soprattutto senza burro nemmeno nell'impasto! La torta era buonissima, tranne per il fatto che una volta sfornata (era un tripudio di lievitazione e di gonfiore) la crema all'interno è inesorabilmente crollata lasciando i buchi al centro delle rose. Peccato, ma in fin dei conti si tratta solo di un fattore estetico, per quanto riguarda il gusto credo che sia un abbinamento perfetto.
Magari la prossima volta proverò con un'altra farcitura ma per il momento vi passo la ricetta della torta di ieri.

TORTA DI ROSE SENZA BURRO RIPIENA DI CREMA PASTICCERA PROFUMATA ALL'ARANCIA

- 400 g. farina manitoba
- 3 tuorli
- 3 cucchiai colmi di zucchero
- 3 cucchiai di olio evo
- 1 bustina di lievito di birra secco
- 150 ml latte tiepido
- una presa di sale

Per la crema

- 3 tuorli
- 4 cucchiai di zucchero
- 500 ml latte
- la scorza di mezza arancia
- 50 ml farina

Per prima cosa sciogliamo il lievito nel latte tiepido. Nella planetaria o in una ciotola mettiamo la farina setacciata, i tuorli, lo zucchero, l'olio, il sale e il latte con il lievito e impastiamo bene fino ad ottenere un panetto liscio. Mettiamolo dentro ad una ciotola capiente, copriamo con pellicola e lasciamo lievitare fino al raddoppio (ci vorrà circa 1 ora e mezza).
Nel frattempo prepariamo la crema seguendo le istruzioni di questo post
http://ricettineanticrisi.blogspot.it/2014/01/crema-pasticcera-allarancia-fatta-in.html
e copriamo con pellicola a contatto per evitare la formazione della crosticina.
Prendiamo l'impasto e con il mattarello diamo la forma di una grande rettangolo. Spalmiamo sopra uno strato di crema e ripieghiamo la pasta su se stessa fino ad ottenere un filoncino lungo lungo. A questo punto lo tagliamo in pezzi di circa 4 cm l'uno e li disponiamo in una teglia foderata con carta forno leggermente distanziati tra loro. Lasciamo lievitare ancora 1 ora e cuociamo a 180° per circa 30 minuti coprendo con un foglio di alluminio nel caso la superficie di scurisse troppo.
Con queste dosi io ho riempito una tortiera di 25 cm di diametro e mi è rimasta fuori una rosellina che ho messo in un pirottino da muffin.