mercoledì 21 agosto 2013

FILETTI DI MERLUZZO IMPANATI E FRITTI CON PATATINE FRITTE FATTE IN CASA

E' passato parecchio tempo dalla mia ultima ricetta, lo so bene. La verità è che in estate non mi piace molto cucinare, anzi non mi piace l'estate punto e basta! Non riesco proprio a mettermi ai fornelli, anche perché le classiche ricette fredde non mi entusiasmano e quindi perdo inevitabilmente entusiasmo e creatività.
Per fortuna negli ultimi giorni qui al Nord Italia si respira un po' di più, la temperatura è calata di qualche grado e al mattino fa addirittura fresco! Immediatamente mi è tornata voglia di cucinare, perciò eccomi qui con una nuova ricetta tutta da copiare.
L'ispirazione mi è venuta guardando il programma televisivo Masterchef USA, dove 18 concorrenti dovevano riprodurre un piatto a base di pesce gatto impanato e fritto, accompagnato da salsa tartara e patatine dolci fritte. Non è certo periodo di patate dolci (ma mi riprometto di provare assolutamente a friggerle non appena arriverà l'autunno) e la salsa tartara non mi è mai piaciuta molto, così ho preso l'idea del pesce impanato e fritto e ci ho aggiunto un po' di patatine fritte fatte in casa che piacciono sempre e incontrano il gusto di molti.
Le dosi sono per 3 persone di cui una bambina perciò se vi piacciono molto le patate vi consiglio di aumentare la quantità, con le mie dosi non ne sono venute molte.

FILETTI DI MERLUZZO IMPANATI E FRITTI CON PATATINE FRITTE FATTE IN CASA

- 3 filetti di merluzzo surgelati o freschi
- farina 00
- farina di mais
- 2 uova
- sale
- parmigiano grattugiato
- limone
- olio per friggere
- 3 patate di media grandezza

Io ho usato i filetti di merluzzo ma potete anche sostituirli con altro pesce di vostro gradimento come il nasello o il pesce gatto se volete seguire la ricetta originale. Inoltre ho optato per il pesce surgelato perché costa meno, è più comodo, è già pulito e non ci si porta addosso l'odore per ore dopo averlo maneggiato. In questo caso prima di cominciare a cucinarlo dobbiamo farlo scongelare del tutto. Ovviamente potete usare quello fresco a patto che lo puliate bene da tutte le lische.
Asciugate i filetti di pesce con della carta da cucina per far si che l'impanatura si attacchi bene al pesce, poi preparate 3 piatti fondi in sequenza in modo da non sbagliarvi.
Nel primo versate un po' di farina 00, nel secondo 2 uova con un pizzico di sale e con una frusta o una forchetta sbattetele bene, nel terzo la farina di mais con il parmigiano grattugiato. Io ho usato quella fine che di solito mi serve per la preparazione della polenta ma se avete quella istantanea andrà benone. Per quanto riguarda il formaggio non ho messo le dosi perché sono andata ad occhio e ovviamente dipende molto anche dai gusti personali. Mescolatelo comunque alla farina di mais con un cucchiaio e cercate di non esagerare per non rendere troppo forte il sapore.
Bene, a questo punto potete mettere l'olio a scaldare in padella. Io ho usato l'olio di mais perché lo ritengo uno dei più sani da usare per i fritti e l'ho fatto scaldare nel wok per evitare di schizzare e sporcare tutta la cucina (vi assicuro che è comodissimo per friggere).
Quando cominciate a sentire l'odore di olio caldo provate ad intingere uno stuzzicadenti per vedere se è pronto: se fa le bollicine significa che è caldo a sufficienza.
Prendete un filetto di pesce, passatelo nella farina su entrambi i lati, poi passatelo nell'uovo e infine nella farina di mais con il parmigiano. Ripetete questa operazione una seconda volta per rendere l'impanatura più croccante e gustosa e delicatamente immergetelo nell'olio. Procedete con gli altri 2 filetti, abbassate un po' il fuoco per non farli scurire troppo e dopo qualche minuto girateli per controllare la cottura. Quando vi sembrano ben dorati metteteli ad asciugare su un paio di fogli di scottex o su della carta assorbente.
Passate ora alle patatine che avrete precedentemente tagliato a vostro gusto, immergetele nell'olio e lasciate cuocere fino a che non dorano. Attenzione a non tenere il fuoco troppo alto altrimenti vi ritroverete con l'esterno bruciato e l'interno ancora crudo. Una volta pronte mettete anch'esse ad asciugare e impiattare servendo il tutto con una fettina di limone, maionese o ketchup, a seconda dei gusti.

E' importante notare che con questo tipo di impanatura il pesce risulterà leggero e per niente unto. La farina di mais infatti respinge l'olio e non lo fa assorbire. La doratura è più chiara e delicata ma molto saporita grazie anche all'aggiunta del parmigiano.
So che non è un piatto salutare ma ogni tanto bisogna fare uno strappo alla regola, soprattutto in vacanza, perciò se avete voglia di provare questa ricetta aspetto i vostri commenti e suggerimenti!