sabato 16 febbraio 2013

FUSILLI POMODORO PEPERONI E PHILADELPHIA

Di recente ho scoperto che mi piacciono molto i peperoni. Si lo so non è una scoperta rivoluzionaria ma avendo sempre avuto problemi digestivi ed essendo un pò schizzinosa e prevenuta su certi alimenti, devo dire che mi sono piacevolmente ricreduta.
Tra l'altro i peperoni fanno molto bene, si conservano a lungo in frigorifero senza problemi, costano il giusto e danno un tocco di colore e di allegria alla nostra tavola.
Se li cuociamo bene alla griglia, alla piastra o al forno inoltre diventano facilmente digeribili e non danno fastidio allo stomaco.
Detto questo ieri ho voluto provare una ricettina che ho trovato online, semplice ma di grande effetto.

FUSILLI POMODORO PEPERONI E PHILADELPHIA

- fusilli
- passata di pomodoro
- peperone (io ho usato quello giallo)
- philadelphia (1 cucchiaio)
- cipolla
- olio evo

Dunque innanzitutto prendiamo il peperone e laviamolo bene, poi tagliamolo a fette e togliamo tutte le parti bianche e i semini, così non sarà nè amaro nè piccante.
Tagliamolo a listarelle piccole piccole o come preferiamo, nel frattempo mettiamo la cipolla a dorare in una padella con un giro d'olio evo.
Quando sfrigola aggiungiamo i peperoni e mescoliamo bene lasciandoli insaporire. Copriamo con un coperchio e lasciamo cuocere per 10 minuti controllando che non strinino (nel caso aggiungiamo un cucchiaio di acqua di cottura della pasta)
In una pentola mettimo l'acqua a bollire, saliamo e mettiamo a cuocere la pasta. I fusilli di solito cuociono in 10/12 minuti quindi potete fare entrambe le operazioni contemporaneamente.
Dopo 10 minuti aggiungiamo un pò di passata di pomodoro ai peperoni. La quantità dipende da quante persone devono mangiare, così come la scelta di uno o più peperoni. Io ero sola quindi ho cotto 1 peperone e ho messo un pò di passata ad occhio. Aggiungiamo un pò d'acqua di cottura della pasta, mescoliamo, saliamo e lasciamo cuocere per altri 5 minuti.
A questo punto prendiamo il philadelphia e aggiungiamolo al sugo. Lasciamo che si sciolga mescolandolo bene e spegnamo il fuoco.
Scoliamo la pasta e lasciamola insaporire un minuto nella padella con il sugo, poi impiattiamo.

Data la presenza del philadelphia non sarà necessario aggiungere il parmiggiano reggiano e volendo, abbiamo ottenuto un piatto unico con i carboidrati della pasta, le verdure con i peperoni e le proteine del formaggio. Ottimo piatto saporito e gustoso, adatto ai vegetariani ma non ai vegani per la presenza del formaggio.
Costo bassissimo, neanche a dirlo, ricetta veloce e originale.
Buon appetito!